Home  
  
  
    Dacriocistite che cos'è
Cerca

Oculistica (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Dacriocistite

Che cos'è la dacriocistite?

L'infiammazione, in forma acuta o cronica, del sacco lacrimale, nell'angolo interno dell'occhio, e del dotto naso-lacrimale.

Chi ne è maggiormente colpito?

Tale processo infiammatorio si riscontra con una certa frequenza nei lattanti e nei bambini di età inferiore ai due anni, talora anche nelle persone anziane, nelle quali si produce abbastanza facilmente un'occlusione o un restringimento, causato dalla presenza di tessuto connettivo, del dotto naso-lacrimale.

Da che cosa trae origine la dacriocistite?

Di solito da un'ostruzione del dotto naso-lacrimale, dovuta a stenosi dello stesso.
Le forme acute possono a volte essere correlate alla diffusione di infezioni dal naso, dai seni paranasali, dalla congiuntiva oppure alla diffusione, attraverso il sangue, di processi infettivi sistemici (forme parainfluenzali).

Quali sono i suoi sintomi?

Intensi dolori e comparsa di una tumefazione, che dall'angolo interno dell'occhio si estende talvolta verso la radice del naso, arrossamento, febbre.

Come si cura?

Mediante somministrazione di antibiotici; talvolta si pratica una piccola incisione per fare fuoriuscire il pus.

La dacriocistite è suscettibile di ricadute?

Sì, se non si è eliminata l'ostruzione del dotto naso-lacrimale con opportuni interventi chirurgici: la cosiddetta dacriorinostomia, con cui si crea una comunicazione tra sacco lacrimale e naso; la dacriocistectomia, con cui si asporta lo stesso sacco lacrimale.

Quanto impiega di solito a guarire tale infiammazione?

Circa una settimana, ma talvolta il processo richiede una cura di mesi.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale