Home  
  
  
    Trombosi cerebrale che cos'è
Cerca

Neurologia (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Trombosi cerebrale

Che cos'è la trombosi cerebrale?

Si definisce così l'occlusione di un vaso cerebrale da parte di un coagulo di fibrina, piastrine e globuli rossi, che si struttura generalmente su una precedente lesione aterosclerotica. In funzione del calibro del vaso occluso e della possibilità di un flusso alternativo, si avrà un deficit completo o parziale della circolazione sanguigna in un'area cerebrale di dimensioni variabili, con i segni clinici relativi alla perdita di funzione dell'area interessata.

È possibile prevenirla?

In alcuni casi, quando cioè si sanno presenti condizioni di base favorenti (aterosclerosi, ipertensione, malformazioni vascolari), è possibile tenere attentamente sotto controllo il paziente, adottare misure dietetiche precauzionali e una terapia farmacologica con antiaggreganti. Si può anche intervenire chirurgicamente, in maniera preventiva, "ripulendo" tratti in via di occlusione delle grosse arterie del collo.
Questo tipo di intervento non è possibile nei vasi cerebrali.

È possibile curarla?

Benché i risultati non siano costanti è possibile utilizzare farmaci fibrinolitici, allo
scopo di disgregare il trombo, che vanno somministrati il più presto possibile.
Nei grandi vasi del collo è possibile anche sostituire chirurgicamente un tratto di vaso occluso; ovviamente, questo tipo di intervento, se effettuato dopo il verificarsi della trombosi, non modifica i sintomi già avvenuti.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale