Home  
  
  
    Spina bifida, meningocele e mielomeningocele che cos'è
Cerca

Neurologia (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Spina bifida, meningocele e mielomeningocele

Che cosa sono?

Rappresentano forme di severità crescente di una malformazione fondamentale a carico degli archi vertebrali che durante la loro formazione non arrivano a completa saldatura fra loro (spina bifida). Tale condizione, prevalente, ma non esclusiva, nel tratto lombo-sacrale, se è di piccole dimensioni resta più spesso asintomatica (spina bifida occulta), eventualmente associata a discromia e/o ipertricosi della cute sovrastante. Nelle forme più severe, invece, dalla soluzione di continuo del canale vertebrale possono parzialmente estroflettersi o le sole meningi o un "sacchetto" di meningi contenenti radici nervose e, nei casi più gravi, parti di midollo spinale (mielomeningocele).

Sono condizioni gravi?

La spina bifida occulta può rimanere asintomatica per tutta la vita oppure, più raramente, durante il rapido accrescimento puberale può verificarsi una "aderenza" di radici nervose alle parti ossee malformate (ancoraggio midollare), con insorgenza di disturbi sensitivo-motori agli arti inferiori ed eventuale incontinenza urinaria. Nelle altre forme, generalmente già alla nascita sono presenti compromissioni degli arti inferiori (piede torto, ipotono) e disturbi della minzione; inoltre l'eventuale associazione di altre malformazioni del sistema nervoso (per esempio idrocefalo) e l'elevato rischio di infezione in caso di assenza del rivestimento cutaneo, sono fattori di aggravamento della condizione.

È possibile prevenirle? E curarle?

Le attuali possibilità tecnologiche (ecografia) e laboratoristiche (dosaggi proteici specifici su liquido amniotico) permettono di diagnosticare già in utero la maggior parte di queste malformazioni. Un tempestivo approccio chirurgico, talora già in prima giornata di vita, permette di ridurre i rischi di complicanze e di migliorare il recupero funzionale.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale