Home  
  
  
    Gonorrea o blenorragia che cos'è
Cerca

Malattie a trasmissione sessuale (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gonorrea o blenorragia

Che cos'è la gonorrea?

Un'infezione della mucosa dell'apparato uro-genitale, dell'uretra in particolare.

Qual è la causa della gonorrea?

È un batterio, Neisseria gonorrhoeae o gonococco. La malattia è quasi sempre causata da rapporti sessuali con persona infetta.

Quali sono i sintomi della gonorrea?

a) Comparsa di una secrezione uretrale, dapprima lattiginosa, poi purulenta; la secrezione si presenta nell'uomo all'orifizio del pene, nella donna alla regione vulvare;
b) minzione frequente e dolorosa, caratterizzata da sensazione di bruciore;
c) presenza di pus e di sangue nelle urine;
d) dolore e gonfiore ai genitali esterni.

È possibile contrarre la gonorrea senza avere un rapporto sessuale?

Sì, può accadere nei bambini. Nell'adulto, il fattore infettante è quasi sempre un rapporto sessuale con persona affetta da gonorrea in forma cronica. In qualche caso anche nell'adulto la malattia può trasmettersi attraverso le dita contaminate oppure oggetti e indumenti infetti.

Come mai la malattia può colpire i bambini?

Nei neonati può verificarsi l'infezione della congiuntiva oculare (oftalmoblenorrea) al momento del parto, quando la madre è affetta da una forma cronica.
Questo è il motivo per cui in tutti i neonati, appena venuti alla luce, viene instillata nel sacco congiuntivale una goccia di collirio disinfettante (profilassi alla Crédé).
La gonorrea può colpire in forma epidemica le comunità scolastiche, quando il personale insegnante o di sorveglianza è affetto dalla malattia e l'igiene è scarsa.
Il contagio avviene attraverso oggetti o indumenti. Sono colpite soprattutto le bambine, nell'età fra i 2 e i 15 anni (vulvovaginite gonococcica).

Come si manifesta la vulvovaginite gonococcica delle bambine?

Più o meno con la stessa sintomatologia che si ha nella donna adulta. Con le opportune cure (somministrazione di farmaci e applicazione locale di unguenti) la vulvovaginite delle bambine viene debellata, così come le forme individuali degli adulti.

Quali sono gli organi specificamente colpiti dall'infezione?

Nell'uomo, essenzialmente l'uretra, nella donna, oltre all'uretra, la vulva, le ghiandole di Bartolini, la vagina e la cervice uterina. Se l'infezione si estende sono colpiti, nell'uomo, anche il testicolo, l'epididimo, la prostata; nella donna, l'utero, le tube uterine, le ovaie. Sempre nella donna, l'infezione può raggiungere la cavità addominale, determinando una peritonite.

La gonorrea può colpire altri organi, oltre a quelli dell'apparato uro-genitale?

Può colpire gli occhi, come si è visto. Raramente, in assenza di cure, colpisce le articolazioni, provocando un particolare tipo di artrite. Assai più raramente può coinvolgere il cervello e il midollo spinale, causando encefaliti e meningiti.
Si possono avere infezioni gonococciche ano-rettali e oro-faringee.

Una secrezione uretrale è sempre indice di gonorrea?

No. Le infezioni dell'uretra (uretriti) possono essere determinate da altri germi: Trichomonas, streptococchi, stafilococchi, clamidie e altri microrganismi.
Solo il medico può determinare con sicurezza la causa di una uretrite.

Dopo quanto tempo dal rapporto contagiante si manifesta la gonorrea?

Da tre a sette giorni dopo il rapporto.

Come si esegue la diagnosi di gonorrea?

Riconoscendo al microscopio, nel pus prelevato dall'uretra, il batterio responsabile, il gonococco; oppure mediante la ricerca nel sangue degli antigeni antigonococco con il test ELISA o con l'emoagglutinazione indiretta (IHA).

La gonorrea può manifestarsi insieme alla sifilide?

In presenza di una di queste due malattie è sempre opportuno eseguire un attento esame per individuare eventualmente anche l'altra.

Come si cura la gonorrea?

Con antibiotici adatti., come la spectinomicina e le cefalosporine di III generazione.
Si ottiene la guarigione nel giro di pochi giorni.

Quanto tempo occorre perché gli antibiotici agiscano?

Sono necessarie dalle 24 alle 48 ore.

Quando si ha la scomparsa dei sintomi della gonorrea?

La scomparsa dei sintomi avviene dopo un paio di giorni dalla somministrazione degli antibiotici, ma questo non significa che il malato sia guarito. La guarigione avviene dopo 10-15 giorni, periodo durante il quale la terapia antibiotica deve continuare ininterrottamente. Il paziente non deve mai interrompere la somministrazione dei farmaci di sua iniziativa. La guarigione è definitiva solamente quando nei preparati microscopici i gonococchi sono assenti.

Che rischi corre il paziente che voglia curarsi da sé?

Curarsi da sé, ossia scegliendo a caso gli antibiotici, significa correre il rischio che la malattia diventi cronica. È assolutamente indispensabile che i farmaci vengano prescritti dal medico.

I germi della gonorrea reagiscono dunque in maniera diversa a seconda dell'antibiotico impiegato?

Sì; esistono dei gonococchi resistenti alla terapia. Il medico è costretto in taluni casi a cambiare antibiotico per trovare quello più efficace.

Quali complicazioni possono derivare da una gonorrea curata in maniera sbagliata?

Si può avere l'estensione dell'infezione agli organi vicini. Pericolose sono le false guarigioni, con trasformazione della forma acuta in forma cronica, assai più difficilmente curabile. Nell'uomo si può avere come conseguenza il restringimento (stenosi) dell'uretra, che costringe a un intervento chirurgico non sempre a esito felice.
Sia nella donna sia nell'uomo, una grave conseguenza della gonorrea curata male è la sterilità.

È possibile la guarigione completa se la malattia è curata in maniera adeguata?

Senz'altro; ma le cure devono essere tempestive.

La gonorrea è una causa frequente di sterilità?

Sì, nella donna la gonorrea è la causa più frequente di sterilità. Nell'uomo molto meno; ma l'eventualità è certamente possibile, quando l'infezione coinvolge il testicolo e l'epididimo.

È possibile prevenire la sterilità nei casi di gonorrea?

Certamente. Affidandosi tempestivamente a un medico specialista, si guarisce in maniera definitiva.

Accade spesso che la gonorrea diventi cronica?

Purtroppo sì. Nei casi curati male, si ha una falsa guarigione. I gonococchi non vengono distrutti completamente e rimangono nelle vie genitali, dove si possono successivamente risvegliare e determinare forme subdole, lente, di difficile terapia.

Si può guarire da una forma cronica di gonorrea?

Sì. Cure antibiotiche appropriate possono debellare anche le forme croniche.
Talvolta è indispensabile un intervento chirurgico, per vincere una stenosi uretrale o per asportare strutture compromesse dall'infezione: nella donna, per esempio, le ghiandole di Bartolini, le tube uterine, le ovaie.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale