Home  
  
  
    Erpete genitale che cos'è
Cerca

Malattie a trasmissione sessuale (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Erpete genitale

Che cos'è l'erpete genitale?

È una malattia infettiva a trasmissione sessuale causata da un virus, l'Herpesvirus, lo stesso che determina l'Herpes simplex .
Questo virus può dare manifestazioni anche nella zona genitale, determinando l'erpete genitale.

Che differenza c'è fra l'erpete genitale e l'erpete semplice?

La causa è unica. La differenza riguarda la sede della lesione e il meccanismo di trasmissione; mentre l'erpete semplice non è necessariamente legato a rapporti sessuali, quello genitale è sempre dovuto a un rapporto sessuale infettante, e si localizza nella zona genitale: nell'uomo, sulla mucosa del pene e del prepuzio; nella donna, sulla faccia interna delle piccole e grandi labbra, sul clitoride e sul monte di Venere.

Come avviene il contagio?

Per trasmissione diretta attraverso il rapporto sessuale. Anche l'erpete labiale può avere un'origine sessuale, nel caso in cui si abbiano rapporti oro-genitali.

Quali sintomi determina l'erpete genitale?

Eruzioni sotto forma di chiazze arrossate nelle zone genitali citate; su di esse si formano in un secondo tempo piccole vescicole raggruppate e vicine fra di loro.
L'eruzione delle vescicole è accompagnata da prurito e bruciore. Dopo 4-5 giorni le vescicole si rompono e comincia il processo di essiccazione, che porta alla formazione di piccole croste, le quali successivamente si staccano senza lasciare tracce.

Quanto dura la sintomatologia erpetica?

Si esaurisce nello spazio di due settimane, ma possono esserci delle recidive.

Perché recidiva l'erpete?

Le recidive sono legate agli stati di stress psicofisico, specie se accompagnati da piccoli traumi locali. Una volta avvenuto il contagio, infatti, il virus si localizza nei gangli nervosi, dove rimane senza dare disturbi. Nelle occasioni di cui si è detto può riacquistare virulenza e causare una recidiva.

Le recidive dunque non sono determinate da un nuovo contatto infettante?

Non necessariamente.

In quale momento il contagio è più facile?

Nel periodo in cui ci sono le vescicole, nel cui liquido staziona il virus. Pertanto, bisogna astenersi dai contatti sessuali finché la lesione non è guarita.

È possibile prevenire l'erpete genitale?

Per evitare il contagio bisogna astenersi da rapporti sessuali con persone che abbiano manifestazioni erpetiche in atto. Questo non basta a evitare in tutti i casi il contagio,
poiché il contatto sessuale può avvenire nel periodo di incubazione, quando l'individuo è infetto ma le manifestazioni non sono ancora apparse.
Per evitare le recidive, invece, si può intervenire tempestivamente trattando le zone in cui siano presenti sintomi premonitori (bruciore, prurito) con ghiaccio, provocando il cosiddetto aborto-herpes.

Come si cura l'erpete genitale?

Fino a pochi anni fa non esisteva alcuna cura causale. Ora si dispone di un farmaco antivirale (aciclovir) che è attivo contro l'Herpesvirus.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale