Home  
  
  
    Cataratta e glaucoma che cos'è
Cerca

Geriatria (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Cataratta e glaucoma

Negli anziani si riscontrano più disturbi oculari?

Ovviamente sì, a seconda delle parti dell'occhio interessate e del modo in cui sono state colpite. Il disturbo più frequente è la presbiopia, cioè la difficoltà di vedere nettamente gli oggetti vicini a causa dell'irrigidimento del cristallino; questo disturbo è facilmente ovviabile con l'uso di lenti correttive. Nella cataratta, invece, il cristallino diviene parzialmente o totalmente opaco e perde la sua funzione di lente; la cataratta senile, che è la più frequente, si manifesta in maniera progressiva.

Come si può curare la cataratta?

Sono allo studio farmaci per prevenirla e arrestarne lo sviluppo, ma a tutt'oggi l'unica terapia risolutiva è la facoexeresi, cioè l'asportazione chirurgica del cristallino interessato dalla malattia; a questa fa seguito la correzione del difetto visivo mediante appositi occhiali o, meglio, con inserimento, all'interno del globo oculare, di una lente artificiale.

Il glaucoma è frequente negli anziani?

Sì, questa malattia caratterizzata dall'aumento della pressione dell'umore acqueo
all'interno dell'occhio è piuttosto frequente e talvolta viene precipitata da farmaci di uso comune.

Come si manifesta?

Ricordiamo alcuni sintomi, data la pericolosità della malattia: dolori ai globi oculari, nausea, vista disturbata, fotofobia (abnorme sensibilità o intolleranza alla luce), midriasi (dilatazione delle pupille), arrossamenti o indurimento del globo oculare "a biglia di vetro". Occorre inoltre ricordare la necessità di cure specialistiche immediate.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale