Home  
  
  
    Dermatomicosi che cos'è
Cerca

Dermatologia (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Dermatomicosi

Che cosa sono le micosi cutanee o dermatomicosi?

Malattie della pelle causate da infezioni da parte di funghi parassiti.

Che cosa sono i funghi?

I funghi, chiamati anche miceti, sono organismi saprofiti che vivono nell'ambiente nutrendosi di sostanze ricavate da altri organismi; oppure sono parassiti obbligati di piante o animali. Possono insediarsi nella cute e provocare malattie chiamate micosi.

Esistono diversi tipi di dermatomicosi?

Sì, a seconda delle sedi cutanee in cui si localizzano e delle strutture cutanee che parassitano, si distinguono: le tigne (che si localizzano specialmente al cuoio capelluto); le epidermofizie (che parassitano lo strato più superficiale della pelle); le candidosi (dovute a lieviti patogeni che parassitano la cute delle grandi pieghe del corpo, come quella dell'inguine, e degli spazi interdigitali).

Quali sono i fattori che favoriscono le dermatomicosi?

Carenze alimentari, igiene insufficiente, situazioni di macerazione cronica della pelle (sudorazione eccessiva e, nel neonato, assorbente umido; caldo e umidità favoriscono infatti la proliferazione dei miceti), lunghe cure a base di antibiotici o cortisonici, difesa immunitaria compromessa da particolari patologie (AIDS, tumori) o da farmaci immunodepressivi (per esempio, nei trapiantati), particolari patologie (diabete mellito).

La diagnosi di queste patologie si effettua solo con visita dermatologica?

Per l'identificazione del micete responsabile può essere necessario l'esame microscopico del tessuto e quello di coltura.

Le dermatomicosi sono contagiose?

Sì. Talune (come le tigne) sono molto contagiose. Perciò quando si sospetta la presenza di una micosi di qualsiasi tipo, è necessario consultare il dermatologo che, oltre all'accertamento microscopico, indicherà il tipo di cura adatta e le misure utili per la profilassi degli altri componenti della famiglia o della comunità.

Esiste un'unica pomata per curare i vari tipi di dermatomicosi?

No, la cura è differente a seconda del fungo parassita in causa.

È possibile guarire la dermatomicosi?

Sì. Anche nei casi di tigna, la somministrazione di particolari medicinali, per uso orale, ha consentito di abbreviare il decorso della malattia e di pervenire a completa guarigione. Questa deve essere accertata dal medico.

Le dermatomicosi sono malattie molto gravi?

No, in quanto non mettono in pericolo la vita. Tuttavia è necessario curarle e bonificarle, per evitare facili contagi ad altre persone. Inoltre va tenuto presente che la
gravità di una micosi dipende soprattutto dalla capacità dell'organismo di reagire all'infezione.

Come si riconosce la tricofizia del cuoio capelluto?

Solitamente la tricofizia del cuoio capelluto colpisce soggetti in età prepubere e si palesa con piccole chiazze di rarefazione e talora di fragilità e scoloramento dei capelli. Prescindendo dall'esame microscopico dei capelli malati, che consente facilmente la diagnosi, è agevole identificare le tigne esponendo il cuoio capelluto ai raggi di una speciale luce (luce di Wood): se i capelli sono malati, essi diventano fluorescenti.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale