Home  
  
  
    Tumori della vescica che cos'è
Cerca

Apparato urinario (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Tumori della vescica

I tumori all'interno della vescica sono frequenti?

Sì.

La maggior parte dei tumori della vescica sono maligni?

Si ritiene che per la maggior parte siano di natura maligna o potenzialmente maligna.

Esistono fattori di rischio per il carcinoma della vescica?

Sì: il fumo e l'esposizione a certe sostanze chimiche come l'anilina, impiegata nell'industria della gomma, del cuoio ecc.

Quali sono i tumori benigni della vescica?

Sono neoformazioni simili a verruche, dette papillomi.

Qual è il tumore maligno della vescica più frequente?

Il carcinoma di tipo transizionale.

Quali sono i sintomi dei tumori della vescica?

Il sintomo principale è costituito dalle emorragie, che si verificano durante la minzione e che sono indolori; talvolta la minzione è molto frequente; può anche insorgere una cistite, complicazione abbastanza facile: in tal caso si ha emissione di urina infetta.

Come si diagnosticano i tumori della vescica?

Mediante l'esame cistologico delle urine e l'ispezione visiva diretta della vescica attraverso un cistoscopio; tramite questo strumento può anche venir prelevato un lembo di tessuto per sottoporlo a esame microscopico.

Come si curano?

Dipende dalla dimensione, dalla posizione e dalla natura del tumore. I semplici tumori superficiali, che non interferiscono con il flusso di urina da entrambi i reni e sono facilmente accessibili, vengono eliminati mediante elettrocauterizzazione attraverso un cistoscopio o, più spesso, mediante fotocoagulazione laser (senza anestesia, in regime ambulatoriale). I tumori più grossi, oppure quelli penetrati in profondità nella parete della vescica, devono essere asportati eliminando la porzione interessata della parete vescicale. Se una neoformazione estremamente maligna coinvolge la vescica in maniera estensiva, è necessario asportare l'intera struttura: questo procedimento è detto cistectomia.
In questo caso è necessario fare in modo che gli ureteri possano provvedere direttamente all'espulsione dell'urina: si trapiantano gli ureteri sia nella pelle (ureterostomia cutanea) sia nel colon , oppure si ottiene una specie di tasca da un segmento dell'intestino tenue (ileo) e si collegano quindi gli ureteri a questa tasca. Questo procedimento è noto come ileostomia .

Come avviene il deflusso all'esterno dell'urina quando gli ureteri sono trapiantati nel colon?

L'urina defluisce attraverso il retto.

Come avviene il drenaggio dell'urina quando gli ureteri sono trapiantati nell'intestino?

La tasca ottenuta nell'intestino tenue viene portata a contatto della superficie cutanea e fatta comunicare con l'esterno tramite un'apertura collegata con una borsa di plastica o di gomma che aderisce alla pelle.

Le operazioni per il trapianto degli ureteri e l'asportazione della vescica sono interventi gravi?

Sì, sono interventi di alta chirurgia, ma possono salvare la vita.

Vi sono altre terapie, oltre a quella chirurgica, per i tumori alla vescica?

Se il tumore non è facilmente rimovibile, è impiegata la radioterapia (anche con radioisotopi posti in vescica). La chemioterapia è utilizzabile in caso di metastasi.
Sono in fase sperimentale alcune tecniche chirurgiche conservative, abbinate a chemioterapia e terapie fotodinamiche (luce laser).

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale