Home  
  
  
    Infezioni che cos'è
Cerca

Apparato respiratorio (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Infezioni

Quali infezioni polmonari possono richiedere un intervento chirurgico?

a) Ascessi. Sebbene la maggioranza degli ascessi polmonari venga oggi curata con successo mediante antibiotici, in un certo numero di casi continua a rendersi necessario il loro drenaggio chirurgico. Un tempo questo tipo di infezione polmonare era associato a un alto indice di mortalità, mentre oggi, grazie alle moderne tecniche operatorie e all'uso degli antibiotici, si raggiunge la guarigione praticamente nella totalità dei casi.

b) Bronchiectasie unilaterali. Questi processi morbosi sono caratterizzati dalla dilatazione dei bronchioli, che provoca la parziale distruzione della loro parete e li rende particolarmente ricettivi alle infezioni. Qualora la bronchiectasia dia origine a un processo infettivo cronico, si rende sovente necessario asportare la porzione di polmone colpita, cioè praticare una lobectomia: un intervento chirurgico che non comporta pericoli e offre buone probabilità di guarigione.

c) Empiema. Questa malattia, che è caratterizzata dalla formazione e dall'accumulo di pus nella cavità pleurica, costituiva un tempo una delle complicazioni più frequenti della polmonite, mentre oggi si riscontra abbastanza di rado, grazie all'efficacia dimostrata dagli antibiotici nella terapia della polmonite stessa. Se però questa infiammazione polmonare viene trascurata o non curata opportunamente e si sviluppa di conseguenza un empiema, si provvede di solito a drenare il pus o mediante toracentesi, oppure praticando un'incisione nel torace che, giungendo fino alla cavità pleurica, ne consenta lo svuotamento.
Entrambi i metodi portano alla guarigione nella quasi totalità dei casi.

d) Tubercolosi . La terapia chirurgica di questa malattia polmonare contempla molte tecniche operatorie, tra cui l'asportazione di un lobo (lobectomia) o dell'intero polmone colpito (pneumectomia): interventi che di solito sono consigliabili soltanto nei casi in cui il processo patologico
non abbia interessato l'altro polmone. Fortunatamente, la scoperta e la diffusione dei farmaci antitubercolari hanno reso superflui simili interventi chirurgici in un'elevata percentuale di casi. Oggi la chirurgia ha nella tubercolosi un'applicazione del tutto eccezionale.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale