Home  
  
  
    Tumori del testicolo che cos'è
Cerca

Apparato genitale sessualità e riproduzione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Tumori del testicolo

Qual è l'incidenza dei tumori del testicolo?

Sono la maggioranza delle neoplasie maligne dell'uomo sotto i 30 anni.

Questi tumori si verificano con maggiore frequenza nei testicoli a sviluppo anormale e in quelli ritenuti?

Sì.

Quando compaiono con maggior frequenza?

Sotto i 30 anni, oppure dopo i 60 anni.

I tumori del testicolo sono tutti maligni?

No, ma le forme maligne sono più frequenti di quelle benigne. Oggi, tuttavia, è possibile curarle con successo in un'alta percentuale di casi.

Come si individua la presenza di un tumore del testicolo?

Dalla comparsa di un lento e indolore ingrossamento della struttura.

Qual è la loro causa?

Non si conosce.

Qual è la terapia per questi tumori?

Occorre procedere all'asportazione chirurgica appena fatta la diagnosi e si ricorre a un procedimento radicale qualora la neoplasia sia di natura maligna; ciò comporta anche l'escissione delle ghiandole linfatiche inguinali. Talvolta si asportano i linfonodi addominali fino a livello dei reni.

È utile la röntgenterapia per curare i tumori del testicolo?

Sì. Dopo l'intervento chirurgico si ricorre spesso alla terapia radiante, per distruggere cellule tumorali residue e prevenire il diffondersi del tumore.

È utile la terapia medica (chemioterapia)?

Sì. Vi sono farmaci molto efficaci nel distruggere alcuni tumori maligni del testicolo e le loro metastasi.

Dove è localizzata la prostata e qual è la sua funzione?

È situata vicino e intorno allo sbocco della vescica urinaria e al tratto iniziale dell'uretra. Ha le dimensioni di una castagna e la sua funzione principale è di secernere un liquido (succo prostatico) che è un importante costituente di quello seminale .

Quali sono le principali malattie che colpiscono la prostata?

a) Infezioni (prostatite);
b) ingrossamento della ghiandola associato al processo d'invecchiamento (ipertrofia benigna da adenoma prostatico);
c) cancro.

Come si effettua un esame della prostata?

a) Data la sua vicinanza al retto, il medico può esaminare le condizioni della ghiandola con un'esplorazione digitale del retto;
b) si possono ottenere ulteriori informazioni con la cistoscopia .

Quale percorso segue di solito l'infezione per raggiungere la ghiandola prostatica?

a) Risale direttamente dall'esterno, lungo l'uretra;
b) meno sovente, è causata da batteri che giungono alla ghiandola portati dalla corrente sanguigna.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale