Home  
  
  
    Ovaie: generalità che cos'è
Cerca

Apparato genitale sessualità e riproduzione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Ovaie: generalità

Che cosa sono le ovaie?

Sono una coppia di strutture ghiandolari a forma di mandorla, lunghe da tre a cinque centimetri, con un diametro di circa due centimetri e mezzo. Sono localizzate nella pelvi, ai due lati dell'utero, e pendono dalla parete posteriore in prossimità delle aperture a forma di imbuto delle tube uterine. Ogni ovaia è composta da un epitelio di rivestimento di colore bianco- grigiastro, da una sostanza corticale e da una midollare. L'organo presenta inoltre un ilo, o peduncolo, attraverso il quale entrano ed escono i vasi sanguigni.

Quali sono le loro funzioni?

a) La periodica produzione e liberazione di un uovo maturo: la sostanza corticale di ogni ovaia contiene diverse migliaia di uova immature, ogni mese ne matura uno che viene liberato nell'apertura imbutiforme di una tuba uterina.
Questo processo è detto ovulazione. Se l'uovo è fecondato dallo sperma maschile, il processo si arresta; si ha invece la mestruazione se la fecondazione non è avvenuta. L'intervallo tra ovulazione e mestruazione è di circa quattordici giorni, con lievi scarti individuali in più o in meno;
b) le ovaie producono e secernono nella corrente sanguigna ormoni sessuali, chiamati estrogeno e progesterone. Essi regolano l'ovulazione e la mestruazione, aiutano la gravidanza quando questa è in atto e sono responsabili dello sviluppo dei caratteri femminili: sviluppo delle mammelle, distribuzione tipica della peluria, sembianze e tono di voce femminili.

Sono necessarie entrambe le ovaie per una normale funzione ovarica?

No. Basta un'ovaia sola o parte di un'ovaia, per mantenere una funzione normale.

A quale età ha inizio la funzione ovarica?

All'inizio della pubertà, a circa dodici, tredici anni di età.

L'ovaia può essere soggetta a infiammazioni o infezioni?

Sì. A causa della sua vicinanza alla tuba uterina, le affezioni che colpiscono quella struttura si estendono spesso all'ovaia.

Quali sono i sintomi di un'ovaia infiammata o infetta (ovarite)?

Sono identici a quelli delle malattie della tuba uterina (salpingite).

Che cosa si intende con il termine "disfunzione ovarica"?

Una condizione nella quale la produzione di ormone ovarico è soggetta a squilibri o a disturbi, ed è caratterizzata da disordini del ciclo mestruale e da difficoltà a concepire o a portare a termine la gravidanza. Questi squilibri possono dipendere dall'alterazione dell'ovaia stessa o possono essere una manifestazione secondaria di una funzione alterata in altre ghiandole endocrine come l'ipofisi o la tiroide.

Quali sono i sintomi che possono derivare da una prolungata disfunzione delle ovaie?

a) Sconvolgimento totale del ciclo mestruale, del carattere e della natura della mestruazione;
b) obesità;
c) comparsa di peluria sul corpo (irsutismo);
d) crescita anormale della membrana mucosa dell'utero (iperplasia dell'endometrio);
e) sterilità.

Quali sono le conseguenze di una disfunzione ovarica?

L'alterazione del normale equilibrio tra produzione e utilizzazione dei due principali ormoni, estrogeno e progesterone. Ciò può interferire con l'ovulazione e la mestruazione o con la preparazione dell'utero al concepimento.

Come si cura la disfunzione ovarica?

Innanzitutto occorre stabilirne l'esatta causa: a tal fine si eseguono esami ormonali del sangue e delle urine nel tentativo di localizzare l'alterazione e stabilire se essa ha origine nelle ghiandole ovariche, nella tiroide o nell'ipofisi.
Ai fini di una diagnosi precisa si può effettuare anche una biopsia dell'endometrio e il Pap test, dopo di che:
a) qualora la disfunzione ovarica sia accompagnata da cisti, l'asportazione chirurgica di una sezione a forma di cuneo di ognuna delle ovaie può contribuire a correggere il disturbo;
b) qualora il disturbo ovarico dipenda da una disfunzione della tiroide o dell'ipofisi, è necessario porre rimedio a tale disfunzione prima di correggere quella ovarica;
c) di una certa utilità può dimostrarsi la terapia sequenziale, vale a dire la somministrazione di dosi regolate di estrogeno e progesterone in modo da stimolare il ciclo normale;
d) in tempi recenti, si è scoperto che in alcuni casi il cortisone può dare risultati soddisfacenti nel ristabilire la normale funzione ovarica.

È possibile che l'alterazione della funzione ovarica scompaia spontaneamente?

Sì. Ciò avviene spesso, senza alcuna terapia.

A quale età possono verificarsi le disfunzioni ovariche?

In qualsiasi momento, dalla pubertà alla menopausa, ma sembrano più frequenti durante i primi anni dell'adolescenza o all'inizio dell'età adulta.

È possibile che avvenga il concepimento in presenza di una disfunzione ovarica?

Se alla disfunzione è associata un'assenza di ovulazione, non ci sarà concepimento.
Comunque, il concepimento sarà possibile una volta corretta la disfunzione.

Esistono farmaci in grado di aiutare una donna che non abbia ovulazione?

Sì, ci sono oggi molti nuovi medicinali efficacissimi in tal senso. In molti casi questi medicinali non solo hanno stimolato l'ovulazione e permesso una gravidanza, ma sono stati messi in correlazione con parti multipli (gemellari, trigemini, quadrigemini ecc.).

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale