Home  
  
  
    Gravidanza extrauterina che cos'è
Cerca

Apparato genitale sessualità e riproduzione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gravidanza extrauterina

Che cos'è una gravidanza extrauterina o ectopica?

È una condizione patologica nella quale l'uovo fecondato non si annida nell'utero ma al di fuori, il più sovente nella parete della tuba (gravidanza tubarica), talvolta anche sull'ovaia o nella cavità addominale, e lì comincia a svilupparsi .

Quali ne sono le cause?

a) La causa più comune della gravidanza extrauterina è una precedente infiammazione della tuba; circa il 25% dei casi si verifica in donne già precedentemente colpite da salpingite;
b) infezione successiva ad aborto, oppure a parto;
c) tumori ovarici o uterini che hanno provocato una compressione meccanica, una distorsione o il blocco di una tuba;
d) una precedente peritonite che ha dato origine a aderenze di una tuba e ne ha occluso o deviato il lume;
e) una deformazione congenita della tuba;
f) la presenza di un dispositivo anticoncezionale uterino (IUD);
g) cause sconosciute in donne perfettamente normali sotto ogni altro aspetto.

Qual è la frequenza delle gravidanze tubariche?

Circa un caso ogni duecento gravidanze normali.

Quanto tempo dopo la fecondazione dell'uovo si verifica una gravidanza tubarica?

Immediatamente dopo la fecondazione. L'uovo fecondato, anziché scendere nell'utero, rimane nella salpinge e si annida nella mucosa di questa. Non c'è nessuna differenza fra l'inizio di una gravidanza tubarica e l'inizio di una gravidanza normale.

Quanto tempo dopo il suo verificarsi è possibile diagnosticare una gravidanza tubarica?

Di solito entro sei-otto settimane.

Quali sono i sintomi?

Ai primi stadi di una gravidanza tubarica, la paziente di solito salta un periodo mestruale, ma ha ugualmente una leggera perdita colorata; avverte anche dolori al basso addome, soprattutto dopo il coito. Possono inoltre essere presenti tutti i sintomi caratteristici di un inizio di gravidanza, compresi la nausea mattutina, l'ingrossamento delle mammelle ecc. In una gravidanza tubarica avanzata, i sintomi citati possono essere seguiti da un dolore improvviso addominale a "colpo di pugnale", grave shock, svenimento, intenso pallore, sensazione di pressione nel retto.

Qual è la causa di questo grave quadro sintomatologico?

Una vera e propria rottura della tuba, accompagnata da una forte perdita di sangue all'interno della cavità addominale, che scatena i sintomi dell'emorragia interna.

Che cosa si intende per "aborto tubarico"?

Le contrazioni della tuba possono abbastanza facilmente provocare il distacco dell'uovo fecondato o dell'embrione, che viene espulso dall'estremità della tuba dentro la cavità addominale. In tal caso i sintomi non sono così gravi come nella rottura della tuba, perché la tuba in se stessa non si rompe, e sono molto minori lo shock e l'emorragia.

Le prove di gravidanza sono sempre positive in questi casi?

Sì.

Come si effettua la diagnosi di gravidanza tubarica?

Osservando il manifestarsi dei sintomi descritti, associati alla presenza di una massa nella regione delle tube uterine. Una prova di gravidanza positiva può aiutare a stabilire la diagnosi. A volte una ecografia può essere in grado di mostrare il sacco amniotico nella tuba. Nei casi sospetti, si può inserire un ago nella cavità pelvica, attraverso la vagina, per evidenziare la presenza di sangue all'interno della cavità stessa. Oppure è possibile inserire uno strumento nella cavità pelvica per vedere con chiarezza le tube.

Qual è il procedimento migliore in caso di sospetta gravidanza tubarica?

Se la diagnosi certa non è possibile, il procedimento migliore è di effettuare una laparoscopia, che consiste nell'introdurre (tramite una piccola incisione) un apposito strumento ottico nella cavità addominale riempita d'aria, e osservare così le tube. Se ciò non è possibile, si ricorre a un esame diretto. Benché ciò comporti una laparatomia, è molto più sicuro seguire questa procedura piuttosto che permettere che si arrivi alla rottura della tuba.

Si può in qualche modo prevenire la gravidanza extrauterina?

No, salvo curare tutte le malattie della pelvi prima di permettere che la paziente rimanga incinta.

Come si cura la gravidanza tubarica?

a) In caso di diagnosi ben precisa, la paziente deve essere operata immediatamente e nel corso dell'intervento il ginecologo valuterà se asportare una tuba interamente o solo una parte ricorrendo poi alla ricostruzione della stessa;
b) occorrono immediate trasfusioni di sangue, se vi sono state notevoli emorragie;

c) i casi sospetti devono essere sottoposti ad attenta osservazione ospedaliera e si dovrebbe chiamare il medico a ogni minimo cambiamento.

In un intervento per gravidanza extrauterina, vengono asportate anche le ovaie?

No, a meno che non siano malate.

Qual è il pericolo maggiore della gravidanza extrauterina?

L'emorragia acuta nella cavità addominale.

Quali sono le probabilità di guarigione dopo una gravidanza extrauterina?

Praticamente si ha la guarigione in tutti i casi, quando si dispone di attrezzature moderne e si opera tempestivamente. La mortalità è del 4% circa, ma ciò è dovuto in gran parte al fatto che in molti casi l'intervento chirurgico è tardivo.

Si tratta di un'operazione difficile?

Non più dell'asportazione di una tuba per qualsiasi altro motivo.

Quale tipo di anestesia si impiega?

La narcosi per inalazione.

Qual è il periodo di ricovero ospedaliero necessario dopo una gravidanza extrauterina?

Sette giorni se si impiega la tecnica chirurgica classica, due giorni se si adotta quella laparoscopica.

Quali misure terapeutiche si adottano prima dell'intervento?

Si sottopone la paziente a trasfusioni, per farla uscire dallo stato di shock e rendere possibile l'intervento stesso.

In nessun caso è possibile evitare l'intervento chirurgico per gravidanza tubarica?

Soltanto nel caso in cui la gravidanza sia scoperta entro i primi dieci giorni. Allora è consigliabile l'uso di un farmaco specifico, il metotrexato.

È possibile avere una gravidanza normale dopo una extrauterina?

Sì. L'asportazione di una tuba o di un'ovaia non impedisce una successiva gravidanza, né significa necessariamente che debba verificarsi un'altra gravidanza extrauterina.

Le donne che hanno già avuto una gravidanza extrauterina sono più predisposte ad averne una seconda?

In una certa misura, sì.

Quanto tempo dopo un intervento per gravidanza extrauterina si può tentare una nuova gravidanza?

È opportuno aspettare almeno sei mesi.

Quanto tempo dopo una gravidanza extrauterina riprendono le mestruazioni?

Di solito dopo sei-otto settimane.

Le tube uterine possono essere colpite da cancro?

Sì, ma è un caso rarissimo. Rappresenta infatti solo lo 0,5% di tutti i tumori maligni dell'apparato genitale femminile.

Qual è la terapia indicata per il cancro di una tuba?

Il cancro della tuba viene trattato come qualsiasi altro cancro pelvico, mediante asportazione completa dell'utero, delle tube e delle ovaie con irradiazione successiva.

È possibile guarire dopo un caso di cancro a una tuba?

Sì, sempre che l'affezione sia stata sradicata prima di essersi diffusa ad altri organi.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale