Home  
  
  
    Carcinoma dell'utero che cos'è
Cerca

Apparato genitale sessualità e riproduzione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Carcinoma dell'utero

Qual è l'incidenza del carcinoma del corpo dell'utero?

La frequenza del carcinoma del corpo dell'utero è oggi pari a quello del cancro della cervice, mentre fino a 10-15 anni fa era al secondo posto tra i tipi dl cancro che colpivano i genitali femminili, ed era cinque volte meno frequente del cancro del collo dell'utero.

Chi è più facilmente colpito dal carcinoma dell'utero?

Il cancro dell'utero si manifesta a un'età più avanzata del carcinoma della cervice ed è più frequente tra le donne che hanno tra i 55 e i 65 anni.

Il cancro dell'utero ha carattere familiare?

No.

Che differenza c'è tra carcinoma e sarcoma dell'utero?

Il carcinoma ha origine dalla membrana mucosa dell'utero, mentre il sarcoma (tumore maligno anch'esso) ha origine dallo strato muscolare.

Quali sono i sintomi del carcinoma dell'utero?

a) Ingrossamento dell'utero;
b) perdite ematiche vaginali irregolari, nelle donne che hanno ancora periodi mestruali;
c) perdite ematiche dopo la menopausa.

Come si diagnostica?

Eseguendo un raschiamento (esame di cavità). Qualsiasi perdita ematica in una donna che abbia ormai superato la menopausa, dovrebbe essere considerata con sospetto e deve essere esaminata mediante raschiamento per escludere la possibilità di cancro. Ai fini diagnostici è utile la biopsia dell'endometrio.

Qual è la terapia consigliata per il cancro dell'utero?

Radioterapia, seguita, dopo quattro-sei settimane, da una isterectomia totale.

Qual è la percentuale delle guarigioni in caso di cancro del corpo dell'utero?

Se il cancro viene individuato prima che si sia esteso oltre i confini dell'utero, circa il 65-70% dei casi ha una sopravvivenza superiore a 5 anni. Qualora il cancro si sia già esteso oltre l'utero, la percentuale cala al 5-10% circa.

È possibile prevenire il cancro dell'utero?

Non è possibile prevenirlo, ma si può individuarlo tempestivamente se le donne si rivolgono al ginecologo appena notano anormali perdite ematiche vaginali e, soprattutto, se si sottopongono scrupolosamente ai controlli periodici previsti (Pap test e, nel caso, esame di cavità).

Esistono fattori di rischio per questo cancro?

Sono considerati tali: l'esposizione a estrogeni (anche se assunti in menopausa come terapia sostitutiva della funzione ovarica, se non accompagnata da progestinici), l'inizio precoce del ciclo mestruale, la menopausa tardiva, il non avere mai avuto gravidanze, alcune malattie quali il diabete e l'obesità.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale