Home  
  
  
    Gastroenterite che cos'è
Cerca

Apparato digerente (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gastroenterite

Che cos'è la gastroenterite?

Un'infiammazione acuta della mucosa dello stomaco e dell'intestino tenue.

Da che cosa è provocata?

Da un virus, nella quasi totalità dei casi. Altre cause possono essere:
a) allergia a determinati cibi;
b) ingestione di cibi avariati, nei quali si sono sviluppati dei germi patogeni che infettano l'intestino;
c) assunzione di determinati medicinali;
d) ingestione di sostanze tossiche;
e) abuso di alcolici;
f) localizzazione allo stomaco e all'intestino di malattie infettive note, quali la dissenteria batterica, il tifo, il colera, e molte altre.

Come si manifesta la gastroenterite acuta?

Di solito all'improvviso, dapprima con inappetenza e nausea, poi con crampi addominali, vomito e attacchi diarroici, che provocano una sensazione di sfinimento; nel caso l'infiammazione sia di origine infettiva, insorge anche febbre.

L'addome, inoltre, appare teso e gonfio nella parte centrale o inferiore, in corrispondenza dell'intestino tenue.

Quanto dura?

Due o tre giorni.

Da quali altre malattie la gastroenterite deve essere distinta?

Soprattutto da quelle che comportano un intervento chirurgico, come l'appendicite o la peritonite, che determinano una sintomatologia analoga, ma che sono molto più gravi.

Quali sono gli elementi che consentono la diagnosi differenziale?

Essenzialmente lo stato della parete addominale, che nell'appendicite e nelle perforazioni intestinali appare particolarmente tesa e contratta.

Come si cura la gastroenterite acuta?

Dipende dalla causa. Se si tratta di una forma virale, come accade spesso, è inutile somministrare antibiotici, che sono invece consigliati nelle forme batteriche.
Se vi è febbre, si usano antipiretici; se i dolori intestinali sono intensi, si può ricorrere a farmaci spasmolitici, che diminuiscono la motilità intestinale. È inoltre opportuno osservare una dieta leggera o addirittura, nei casi più gravi, il digiuno; contemporaneamente, si devono reintegrare i liquidi e gli elettroliti persi con il vomito e la diarrea.

La gastroenterite guarisce facilmente?

Si, purché non sia provocata da botulismo, una forma di intossicazione acuta causata dall'ingestione di cibi (soprattutto conservati), in cui sono presenti le tossine di un bacillo, il Clostridium botulinum. Un caso del tutto particolare è poi la gastroenterite dei lattanti .

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale