Home  
  
  
    Carcinoma del pancreas che cos'è
Cerca

Apparato digerente (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Carcinoma del pancreas

Il carcinoma del pancreas è molto frequente?

Purtroppo è una delle più comuni neoformazioni maligne degli organi addominali e ha il più basso indice di guarigione permanente.

Da che cosa trae origine?

Non se ne conosce la causa. Esistono tuttavia alcuni fattori di rischio: il fumo, l'alcol, il diabete mellito, la pancreatite cronica, la cirrosi.

Dove sono di solito localizzate queste neoformazioni?

Nella maggioranza dei casi, nella testa del pancreas, cioè nella porzione a contatto con il duodeno. La gran parte dei tumori benigni si riscontra invece nel corpo o nella coda della ghiandola.

Quali sintomi provoca un carcinoma del pancreas?

Il suo esordio è subdolo, in quanto inizialmente non dà luogo a sintomi. In seguito provoca dolori che dalla parte superiore dell'addome si irradiano di solito alla schiena; inoltre, essendo (come si è detto) localizzato di solito nella testa della ghiandola, coll'aumentare delle sue dimensioni il carcinoma finisce per comprimere le vie biliari, provocandone l'occlusione e, conseguentemente, il lento insorgere di un ittero. In tal caso, il paziente soffre di inappetenza, perdita di peso e progressiva mancanza di forze.

Quali probabilità di guarigione può avere chi è affetto da una simile neoformazione?

Non molte. Sebbene siano state elaborate tecniche chirurgiche che permettono di asportare sia il pancreas sia la porzione limitrofa di duodeno, è purtroppo raramente possibile, anche con un'operazione così estesa, eliminare in modo radicale il carcinoma. La diagnosi, infatti, è di solito tardiva, per cui l'intervento chirurgico, la radioterapia e la chemioterapia non hanno in genere un effetto risolutivo.

Il paziente cui sia stato asportato il pancreas, è destinato a divenire diabetico?

Si; in simili casi, tuttavia, la regolazione del metabolismo degli zuccheri viene in parte compiuta da altre ghiandole, per cui il diabete non assume di solito un decorso tale da minacciare la vita dell'interessato.

Quale durata probabile di sopravvivenza può avere una persona cui sia stato diagnosticato un carcinoma del pancreas?

All'incirca dai sei ai diciotto mesi. Occorre tuttavia ricordare che sono noti sin goli casi in cui l'asportazione radicale del pancreas ha portato alla guarigione permanente.

Esiste un test di laboratorio, diagnostico per il carcinoma del pancreas?

Non precisamente, comunque negli ultimi tempi è divenuta disponibile la metodica per dosare un marker tumorale, particolarmente specifico per l'adenocarcinoma del pancreas, detto GICA (Antigene gastrointestinale tumore-associato).

È possibile il trapianto del pancreas?

Sì. In determinati casi possono inoltre essere effettuati innesti di isole pancreatiche mediante l'iniezione nel circolo portale.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale