Home  
  
  
    Aritmia che cos'è
Cerca

Apparato cardiocircolatorio (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
E-mail inviata !

Aritmia

Che cos'è l'aritmia?

Un'alterazione sia del ritmo e della frequenza cardiaca, sia della propagazione dell'impulso elettrico che determina la contrazione del cuore.

Da che cosa trae origine?

In taluni casi da una vera e propria malattia, in altri la si riscontra anche in un cuore normale che, per un qualsiasi motivo, batte con ritmo irregolare. Di solito, comunque, il medico riesce a stabilire la causa esatta di tale alterazione.

Le aritmie pregiudicano la funzionalità cardiaca?

Dipende dal tipo di aritmia; se si tratta di un'occasionale extrasistole, cioè di una contrazione prematura del cuore o di una sua parte, la funzionalità cardiaca non ne viene pregiudicata se non in misura minima; altri tipi di aritmia possono invece interferire seriamente con la circolazione sanguigna.

Le aritmie possono essere curate con successo?

Nella maggioranza dei casi, le persone affette da questi disturbi reagiscono positivamente a una terapia con determinati farmaci cardioattivi.

Per quale ragione il cuore "si ferma" oppure "batte disordinatamente"?

Questa singolare sensazione, che il paziente avverte in corrispondenza della regione cardiaca sotto forma di palpitazioni, colpi, improvviso rallentamento del battito cardiaco o arresto del cuore, è dovuta a quel tipo di aritmia occasionale che viene definita extrasistole. Tra la contrazione prematura e il successivo normale battito intercorre sovente una piccola pausa che suscita la fastidiosa sensazione di un arresto del cuore.

Quali conseguenze ha l'extrasistole?

Nella grandissima maggioranza dei casi questo disturbo non ha conseguenze serie, ma risulta spesso fastidioso.

Da che cosa trae origine l'extrasistole?

Da una molteplicità di fattori, tra cui eccessiva stanchezza, nervosismo, irritabilità, infezioni acute, medicinali presi senza necessità o in dosi eccessive ecc.; più raramente, da una malattia.

Il fumo può provocare l'extrasistole?

Sì; è anzi una delle cause più comuni di questo disturbo.

Che cosa si intende per palpitazioni cardiache?

Questa espressione popolare viene usata per indicare l'aumento della frequenza del battito cardiaco, che viene avvertito chiaramente dall'individuo interessato; talvolta le palpitazioni compaiono in concomitanza con un'aritmia.

Le palpitazioni sottintendono la presenza di una cardiopatia?

Di solito, no; nella maggioranza dei casi, insorgono infatti in persone soggette a violenta tensione e ansietà.

Commenta

Per saperne di più:


Newsletter

ciao

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale