Home  
  
  
    Il colesterolo e i prodotti light
Cerca

Colesterolo, dieta e alimentazione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Colesterolo: come orientarsi tra i prodotti light

Per lottare contro l’eccesso di colesterolo è necessario tenere attentamente sotto controllo l’alimentazione. Sono sempre di più i prodotti che riportano in etichetta diciture riferite a questo problema, che coinvolge un italiano su due. Come orientarsi tra le varie proposte? Facciamo chiarezza.

Il colesterolo e i prodotti light
© Getty Images

A partire dai 40 anni l’eccesso di colesterolo inizia a diventare un problema sempre più comune e con il passare degli anni colpisce un numero sempre maggiore di persone: il 30% degli uomini sopra i 40 è affetto da ipercolesterolemia; quanto alle donne, mentre solo il 18% presenta dei valori di colesterolo troppo elevati, dopo i 55 anni la percentuale sale al 48%. Per prevenire, tenere sotto controllo o ridurre l’ipercolesterolemia è necessario adottare uno stile di vita corretto. Se sei in sovrappeso, riduci l’apporto calorico: il semplice fatto di dimagrire ti permetterà di ridurre il tasso di colesterolo. Cerca inoltre di fare dell’attività fisica più spesso che puoi: non potrà che avere un effetto benefico sul bilancio lipidico. Non dimenticare, infine, di tenere sotto controllo l’alimentazione! A questo proposito non hai che l’imbarazzo della scelta, poiché negli ultimi anni gli scaffali dei supermercati si sono riempiti di numerosi prodotti che promettono di proteggere la nostra salute!

Attenzione a certi grassi saturi!

I prodotti light e modificati non sono però tutti uguali: più del colesterolo contenuto negli alimenti, sono infatti alcuni grassi saturi a dover essere evitati per prevenire e contrastare l’ipercolesterolemia. Un prodotto può essere povero di colesterolo ma ricco di certi grassi saturi: più della quantità, è la qualità dei grassi che conta.

In cucina dai la precedenza all’olio d’oliva, di colza o di arachide, che contengono molti grassi mono e polinsaturi, e completa con un po’ d’olio di girasole, che invece contiene dei grassi polinsaturi.

Per combattere l’ipercolesterolemia è sì importante limitare l’apporto di colesterolo attraverso gli alimenti, soprattutto le uova e le frattaglie, ma il bersaglio principale sono i grassi saturi: dai allora la precedenza ai prodotti a ridotto contenuto di alcuni acidi grassi saturi e prediligi i grassi insaturi (monoinsaturi e polinsaturi). 

Impara a leggere le etichette

In primo luogo ci sono i prodotti arricchiti con fitosteroli: l’assunzione di 2-3 g al giorno di fitosteroli, inibisce l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale. 

Risultato: dopo 3-4 settimane di consumo di fitosteroli, il tasso di colesterolo nel sangue può diminuire del 5-15% a seconda dei soggetti. Alcuni prodotti addizionati di fitosteroli indicano quindi in etichetta "riduce significativamente il colesterolo".

Altri prodotti, invece, "contribuiscono a limitare l’eccesso di colesterolo": si tratta degli alimenti in cui alcuni grassi saturi vengono sostituiti da grassi insaturi di tipo Omega 6 e Omega 9, con un rapporto Omega 6/Omega 3 ottimizzato in quanto prossimo a 5. Questi prodotti possono risultare inoltre più ricchi di Omega 3, gli acidi grassi che contribuiscono al buon funzionamento del sistema cardiovascolare.

È importante ricordare che quest’ultima categoria di prodotti in grado di aiutare a ridurre l’eccesso di colesterolo può essere consumata non solo dalle persone che devono tenere sotto controllo la colesterolemia, ma anche da chiunque desideri seguire un’alimentazione equilibrata e restare in perfetta forma senza però privarsi dei piaceri del palato. 

Alcuni prodotti, infine, sembrano promettere molto, ma in realtà posseggono un’efficacia reale molto inferiore sul tasso di colesterolo nel sangue: è il caso, ad esempio, dei prodotti "a tenore ridotto di colesterolo" o "poveri di colesterolo", che contengono una quantità più bassa di colesterolo alimentare e quindi hanno un effetto poco significativo sul livello di colesterolo nel sangue.  

Scopri se conosci i prodotti light con il nostro test.

Hélène Huret

Commenta
31/10/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale