Home  
  
  
    Chili e colesterolo
Cerca

Colesterolo, dieta e alimentazione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Chili e colesterolo: attenti a quei due!

Così come non siamo tutti uguali di fronte ai chili in più, così non lo siamo di fronte al colesterolo: se è vero che il sovrappeso è spesso correlato al colesterolo alto, non sempre le persone magre non devono preoccuparsi del colesterolo in eccesso. Scopri con noi tutto quello che c’è da sapere per combattere il nemico numero 1 del cuore.

Chili e colesterolo
© Getty Images

Il colesterolo è un grasso prodotto per due terzi dal fegato e introdotto per un terzo con l’alimentazione. La colesterolemia può aumentare a causa di numerosi fattori: le cattive abitudini alimentari, in particolare l’eccesso di grassi saturi, possono essere responsabili di questo aumento. Per raggiungere i vari organi il colesterolo utilizza dei trasportatori che gli consentono di circolare nel sangue. Si possono distinguere 2 tipi di trasportatori: le lipoproteine HDL e le LDL.

Quando le LDL funzionano male o sono in eccesso, il colesterolo presente nel sangue aumenta e si accumula formando delle placche che gradualmente ostruiscono le arterie: è per questo che l’LDL è soprannominato "cattivo colesterolo".

Attenzione ai luoghi comuni!

Non va dimenticato che peso e colesterolo non sono necessariamente correlati: le persone in sovrappeso presentano in media un tasso di colesterolo più elevato rispetto ai soggetti con un peso nella norma, ma ciò dipende in larga misura dal fatto che si tratta di pazienti che in genere hanno anche un’alimentazione più ricca di grassi.

È noto che la prescrizione di un regime che prevede un ridotto introito di grassi permette di ridurre sia il peso sia il livello di colesterolo nel sangue. Tuttavia è possibile avere un tasso di colesterolo elevato pur essendo magri: ciò avviene perché l’organismo produce colesterolo in eccesso per ragioni genetiche; in questo caso esiste infatti un’anomalia a livello delle cellule, trasmessa da uno dei genitori, che altera l’equilibrio tra la produzione e l’eliminazione del colesterolo. Quindi non siamo tutti uguali di fronte all’ipercolesterolemia!   

La sedentarietà resta tuttavia un fattore che, in concomitanza con l’eccesso di colesterolo, aumenta in misura esponenziale i rischi cardiovascolari. L’accumulo di grassi all’interno delle arterie può causare una stenosi nel sistema vascolare (ad esempio il restringimento di un vaso) e impedire così il passaggio del sangue: cerca quindi di muoverti il più possibile, poiché lo sport contribuisce ad abbassare il livello di colesterolo totale e ad aumentare quello del "colesterolo buono". Insomma, è un vero alleato delle nostre arterie!

Alimentazione e colesterolo

Il colesterolo è presente soprattutto nel tuorlo d’uovo, nelle frattaglie, nel caviale, nella maionese e nel fegato, per esempio. Cerca quindi di consumare moderatamente questi alimenti.

In presenza di obesità associata a un tasso di colesterolo elevato, è piuttosto facile ridurre la colesterolemia senza eccessivi sforzi: gli alimenti ricchi di colesterolo sono ricchi di calorie, è quindi sufficiente evitare l’eccesso di cibi contenenti grassi animali, la principale fonte di colesterolo. È inoltre importante ridurre le porzioni e privilegiare frutta e verdura, formaggi light, pesce e carni magre. Ora esistono anche dei prodotti a basso contenuto di colesterolo, soprattutto nel reparto formaggi, in grado di gratificare il palato senza influire negativamente sulla salute.

Il colesterolo alto è una malattia insidiosa e molto pericolosa: è quindi essenziale mantenere un corretto stile di vita e modificare le cattive abitudini, senza dimenticare di farsi controllare regolarmente il tasso di colesterolo. Sono piccoli gesti in grado di salvarti la vita! 

Vincent Macry

Commenta
24/08/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale