Home  
  
  
    Che dieta anticolesterolo seguire?
Cerca

Colesterolo, dieta e alimentazione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Che dieta anticolesterolo seguire?

Rischi cardiovascolari e altri problemi di salute sono la conseguenza di menù troppo ricchi di colesterolo e di alcuni grassi che vengono a insinuarsi nel nostro quotidiano. Per rimanere in piena forma, è importante tenere sotto controllo l'alimentazione.

Che dieta anticolesterolo seguire?
© Getty Images

Regola n. 1: Diversificare l'alimentazione

Non è un segreto: la prima regola consiste nel mangiare in modo vario. Per restare in forma non è possibile limitarsi a una sola categoria di alimenti: consumare frutta e verdura 5 volte al giorno, proteine, zuccheri lenti e veloci, ma anche lipidi, ovvero grassi che occorre scegliere con attenzione. Si dimentica spesso di dire che i lipidi sono assolutamente indispensabili per l'equilibrio dei pasti. Mangiare in modo vario significa mangiare di tutto, ma sempre senza eccessi!

Quando si desidera mangiare sano e, soprattutto, evitare di aumentare il tasso di colesterolo, è necessario seguire alcune regole di base.

Regola n. 2: Prediligere i grassi insaturi

Ogni giorno senti parlare dei famosi grassi insaturi che si trovano negli oli vegetali come il girasole, il mais, la soia o nell'olio d'oliva, di noci e di vinaccioli. Gran parte di questi grassi è contenuta anche nel pesce, in particolare sotto forma dei famosi omega 3, e nei molluschi, alimenti che è possibile consumare a piacere. I grassi insaturi servono direttamente a tutti i nostri organi e per il funzionamento del corpo.

Regola n. 3: Evitare gli eccessi di alcuni grassi saturi

Da una trentina d'anni sappiamo che gli eccessi alimentari di alcuni acidi grassi saturi svolgono un ruolo importante nel rischio di insorgenza di disturbi cardiaci. Infatti, alcuni grassi saturi consumati a dismisura possono aumentare il rischio di colesterolo in eccesso. Tale eccesso, ossidato, inizia a depositarsi nelle arterie formando le placche di ateroma, responsabili degli incidenti vascolari. Ecco perché il consumo generale di grassi non deve superare il 30 - 35% del totale di calorie assorbite, con meno il 10% di calorie provenienti dai grassi saturi. In pratica, questo significa che un uomo non può consumare più di 25 g di grassi saturi al giorno e una donna non più di 21 g.

Quindi, è necessario evitare il consumo eccessivo di salumi, carni grasse (manzo, maiale, agnello) e di altri alimenti che li contengono.

Oggi alcuni produttori industriali hanno sostituito i grassi saturi con i grassi insaturi nei prodotti che troviamo generalmente nel reparto formaggi. Consumati nel contesto di una dieta varia ed equilibrata, contribuiscono a limitare l'eccesso di colesterolo.

Anne-Aurélie Epis de Fleurian, farmacista

 

Commenta
14/10/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale