Home  
  
  
    Mangia sano e proteggi il cuore
Cerca

Colesterolo, dieta e alimentazione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Alimentazione equilibrata, cuore protetto

Gli squilibri alimentari (eccesso di grassi, di zuccheri e di alcol), un’errata distribuzione degli apporti durante la giornata (prima colazione insufficiente o assente) e un’alimentazione spesso carente di certi nutrienti (fibre, vitamine, minerali e oligoelementi) favoriscono, nel lungo periodo, l’insorgenza o l’aggravarsi delle malattie attualmente più preoccupanti (patologie cardiovascolari, obesità, diabete e, con ogni probabilità, alcuni tipi di cancro).

Mangia sano e proteggi il cuore
© Getty Images

Le buone abitudini si acquisiscono durante l’infanzia, mentre quelle cattive sono tanto più difficili da correggere quanto più sono vecchie e radicate nella storia della famiglia. 

I segreti di un’alimentazione corretta

  • La varietà: mangiare di tutto per non rischiare carenze.
  • Moderazione: mangiare in modo oculato per non accumulare inutili eccessi.
  • Piacere e convivialità: conservare, in ogni circostanza, il piacere della tavola, il gusto dei piatti, la gioia della condivisione e della festa.

Fare le scelte nutrizionali giuste

Nessun alimento o famiglia di alimenti è in grado da solo di garantire un equilibrio perfetto: è variando l’alimentazione che si hanno le maggiori probabilità di ottenerlo, nella consapevolezza che non esistono né alimenti miracolosi né alimenti tabu.

Gli alimenti sono classificati in sette grandi famiglie, a seconda delle loro somiglianze dal punto di vista nutrizionale:

  • Carne, pesce, uova: proteine animali, ferro, vitamina B.
  • Latte e latticini: proteine animali, calcio, vitamina A nei più grassi, vitamina B.
  • Cereali e farinacei: glucidi a lenta assimilazione (amido), proteine vegetali, fibre, vitamina B.
  • Frutta e verdura: minerali, vitamina C, carotene e fibre.
  • Materia grassa (burro, margarina, olio): lipidi, vitamine A, D ed E.
  • Prodotti zuccherati: zuccheri rapidi.
  • Bevande: acqua.

La varietà dei prodotti alimentari permette a ciascuno di scegliere in base ai propri gusti, alle proprie disponibilità economiche e ai propri bisogni (bisogni occasionali, scelte nutrizionali consigliate o presenza di condizioni patologiche).

Una corretta distribuzione dei pasti e dei cibi

Una buona distribuzione dei pasti previene gli squilibri e gli eccessi alimentari e le complicanze che ne conseguono nel lungo periodo. Conserviamo la nostra cultura e le nostre tradizioni evitando le abitudini scorrette, sempre più diffuse tra i giovani. 

Distribuire meglio i pasti nella giornata

  • Fare tre pasti regolari (più una merenda per i bambini gli adolescenti e gli anziani;
  • Fare una prima colazione completa: frutta o succo di frutta; pane o cereali; burro o marmellata; tè o caffè; latte o formaggio, per iniziare bene la giornata ed evitare i fuoripasto durante la mattinata;
  • Non prendere l’abitudine di saltare i pasti: ha un effetto negativo sull’equilibrio alimentare, rende più difficoltosa la digestione e rischia di causare un aumento di peso;
  • Cene leggera: le calorie assunte di sera si depositano con maggiore facilità. 

Distribuire meglio i cibi nel piatto

  • Dare più spazio al pesce e alle carni bianche, ai cereali (riso, pasta, semola) e ai legumi secchi; alla frutta e alla verdura fresca (in conserva o surgelati);
  • Ridurre lo spazio dei salumi grassi, della pasticceria, delle bevande zuccherate e alcoliche, degli spuntini fuoripasto (barrette al cioccolato, stuzzichini per aperitivo, dolci da forno), e mangiare solo saltuariamente nei i fast-food;
  • Cucinare in modo semplice;
  • Un piatto della famiglia "carne, pesce, uova" al giorno;
  • Un latticino a ogni pasto (latte semplice o aromatizzato, formaggio o yogurt...);
  • Una crudité a ogni pasto (verdure crude, grattugiate, insalata o frutta);
  • Un piatto di verdure cotte al giorno (a mezzogiorno o alle sera, a seconda del pasto);
  • Un piatto di farinacei al giorno (a mezzogiorno o alle sera, a seconda del pasto);
  • Del pane a ogni pasto;
  • Sale con moderazione;
  • Acqua a volontà. Facoltativamente, se lo si desidera, 1-2 bicchieri di vino a pasto;
  • Un po’ di burro sulle fette biscottate a colazione o sulle verdure cotte, e dell’olio per cucinare e condire, in quantità ridotta.
Commenta
31/10/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale