Home  
  
  
    Cheloide
Cerca

Chirurgia plastica e ricostruttiva
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Cheloide: una cicatrice particolare

Le cicatrici sono segni sul corpo di ferite, interventi. Su di esse spesso si formano i cheloidi. Cosa sono e come asportarli.

Cheloide
© Getty Images

Che cos'è una cicatrice cheloidea?

In seguito a una lacerazione, escoriazione o ferita della cute, si ha la formazione di una cicatrice che, invece di essere piatta, sottile e bianca, presenta un marcato ispessimento, è rilevata, di colore rosso e spesso deturpante. In tale caso si parla di cicatrice cheloidea.

Qual è la causa della formazione di cheloidi?

Alcune persone hanno un tipo di cute che cicatrizza così, e si è notato che i cheloidi sono più spesso conseguenti a ustioni, piaghe profonde, acne.

Come si curano?

Con l'asportazione chirurgica, seguita da applicazioni di raggi X sulla zona ferita. Con questo metodo si ha la guarigione in oltre il 50% dei casi. Negli altri casi, il cheloide si riforma.

Che cosa si può fare perché l'intervento dia buoni risultati?

Quanto più lungo è l'intervallo tra la formazione di un cheloide e la sua asportazione chirurgica, tanto migliore sarà il risultato; è meglio asportare un cheloide a due anni almeno di distanza dalla sua comparsa.

Si può sapere in anticipo se un'incisione chirurgica darà origine alla formazione di cheloidi?

No, a meno che queste cicatrici non si siano già verificate in occasione di precedenti interventi o in conseguenza di ferite, ustioni ecc. Una certa indicazione può essere fornita dal tipo di cicatrice che si forma dopo la vaccinazione antivaiolosa, ma va tenuto presente che la tendenza al cheloide può modificarsi nel corso dell'esistenza.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale