Home  
  
  
    L'intervento di cataratta
Cerca

Chirurgia oculistica
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'intervento di cataratta

Progressivo abbassamento della vista, sensazione di nebbia davanti agli occhi, abbagliamento davanti alla luce forte, disturbo della vista dei colori... Oggi guarire è semplice: l'intervento chirurgico permette di risolvere il problema. Scopri con Doctissimo come prepararti al meglio all'operazione.

L'intervento di cataratta
© Getty Images

Come per la presbiopia, responsabile di ciò è il cristallino. Nel corso degli anni questo si opacizza progressivamente per diventare poi una sorta di “finestra coperta di ghiaccio”.  Solo il ricorso alla chirurgia permette allora di ritrovare una visione corretta. Ogni anno vi fanno ricorso oltre duecentomila persone. È uno degli interventi più diffusi in Italia. Consiste nell’asportare il nucleo del cristallino per sostituirlo con una lente artificiale. Attraverso un’incisione di 3 mm, il chirurgo introduce nel bulbo oculare una piccola sonda che produce ultrasuoni. Nel giro di pochi minuti questi si sgretolano e aspirano una parte del cristallino. Dopodiché non resta che far scivolare nella stessa incisione un leggero innesto. L’intervento dura da 10 a 30 minuti e si svolge in genere in anestesia locale, pertanto è possibile lasciare l’ospedale la sera stessa o il giorno dopo. Il decorso post-operatorio è breve e indolore. Naturalmente è necessario prendere alcune precauzioni: meglio evitare urti agli occhi e sforzi violenti. Il recupero della vista è molto rapido. È possibile riprendere quasi tutte le normali attività sin dal giorno dopo l’intervento.

Dott.ssa Emmanuelle Billon

Commenta
10/06/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale