Home  
  
  
    La scelta del chirurgo estetico
Cerca

Chirurgia estetica
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Come scegliere il chirurgo estetico?

Hai chiesto alla tua migliore amica e lei ti ha risposto che lo farebbe volentieri, ma non ne ha il coraggio. Il tuo compagno ti ha detto che non ne vale la pena. Lo specchio, però, ti dice che è arrivato il momento di passare dalla chirurgia estetica. Ma chi ti darà consigli per trovare il chirurgo migliore, quello in grado comprendere i tuoi desideri, i tuoi dubbi, ma anche i tuoi timori? Perché, qualunque sia l’operazione alla quale aspiri (lifting, protesi mammarie, liposuzione) sai bene che si tratta di un vero e proprio intervento che trasformerà in una certa misura il tuo corpo, il tuo aspetto fisico. Sei consapevole che non si tratta di un semplice appuntamento dall’estetista ma di un intervento che, così come un intervento di appendicite, deve essere preso molto seriamente. Allora, come scegliere il chirurgo estetico senza sbagliare?

La scelta del chirurgo estetico
© Getty Images

Il diploma di chirurgo estetico: titolo indispensabile

La prima cosa da fare è escluderequei medici che pretendono di praticare la chirurgia estetica senza averne i titoli. Conosciamo tutti le tristi storie di pazienti operate in una sorta di retrocucina, o di quelle che nei muscoli delle natiche si sono ritrovate del gesso invece di protesi! Per non doversi ritrovare a fare i conti orrori simili, occorre assolutamente far ricorso a un chirurgo estetico diplomato. L’elenco che recensisce i chirurghi specializzati in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica è stabilito dall’Ordine dei Medici Chirurghi, che ne verifica diplomi e qualifiche.

Ma chi può esercitare questa difficile professione?

Occorre innanzitutto aver fatto il percorso di 6 anni di studi che consente di diventare medico generalista. Poi, ci si deve specializzare per cinque anni in chirurgia. Due anni per studiare la chirurgia generale e gli ultimi tre per diventare specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica. Ma non è ancora finita! Per 2 anni bisogna lavorare come assistente in un reparto di chirurgia plastica in ospedale.

È un percorso lungo e rigoroso, e siamo lontani dall’idea, come qualcuno potrebbe pensare, che il chirurgo estetico non sia un medico troppo serio poiché non si occupa di malattie serie!Occorre comunque che figuri nel famoso elenco dell’Ordine dei Medici. Si tratta comunque di un elenco bello lungo! E anche se in questo modo è possibile eliminare quelli che si definiscono chirurghi estetici, si torna alla domanda iniziale: come scegliere il chirurgo estetico?

La vicinanza: un criterio da non sottovalutare

Meglio preferire un chirurgo vicino. Sarà più facile consultare un chirurgo della propria città invece che essere obbligati a fare 500 km in treno o in auto. Anche se si ha voglia di farsi operare dal chirurgo amato dalle celebrità, pensando giustamente che sia migliore perché spesso ospite in TV, meglio un chirurgo nelle vicinanze, facile da consultare, prima e dopo l’intervento.

Le visite post-operatorie sono molto importanti: un piccolo fastidio o un problema più grosso e potrete raggiungerlo rapidamente.

Questo ci porta a mettere in guardia i pazienti sul cosiddetto“turismo estetico”. Potremmo essere tentati pensando: “Pagherò meno”, “lavoreranno altrettanto bene”, “in più, ci fanno alloggiare in un bell’hotel con piscina”, “sarà come essere in vacanza”…

Ebbene no, un’operazione non può essere considerata un soggiorno di assoluto riposo. C’è l’anestesia, un intervento operatorio, e ci si risveglia con cerotti e cicatrici di cui prendersi cura… Hai mai visto pazienti appena operate prendere il sole a bordo piscina dopo un tuffo?

Inoltre, al ritorno da questa parentesi di “vacanze operatorie”, chi eseguirà i controlli?Chi ci visiterà? Il chirurgo deve presentarti per legge un preventivo preciso. I successivi controlli sono compresi nel prezzo. Non possono esserci sorprese.

E se tua cugina conosce il nome del chirurgo che ha eseguito così bene il lifting della sua collega d’ufficio, perché no?Il passaparola può essere la risposta alla nostra domanda.

Oppure si può, più seriamente e più semplicemente, chiedere consiglio al proprio medico di famiglia, all’infermiera o al proprio farmacista. L’ambiente medico è in genere ben informato sulla reputazione di tale o talaltro collega.

 

E una volta presa la decisione, quando sei nello studio del chirurgo a cui affiderai le sorti della tua bellezza, ma anche della tua salute, devi sentirti a tuo agio e ricevere tutte le informazioni.Se così non fosse, vai pure un altro chirurgo estetico che risponda alle tue legittime aspettative! Anche a prezzo di un nuovo consulto. La bellezza e la salute sono beni preziosi, e sono i tuoi.

 

Dott. Picovski, chirurgo plastico ed estetico a Parigi

Commenta
28/07/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale