Home  
  
  
    La liposuzione
Cerca

Chirurgia estetica
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La liposuzione

Dal 2006, il numero di interventi estetici per rimodellare la linea grazie alla liposuzione è in costante aumento. Secondo la BAAPS, l'associazione britannica dei chirurghi plastici ed estetici, nel Regno Unito il ricorso alla liposuzione sarebbe aumentato del 90% solo nel 2006, rappresentando il 31% della totalità dei trattamenti di chirurgia estetica. Otto anni più tardi, la liposuzione è diventata l'intervento di chirurgia estetica più praticato al mondo, davanti alla rinoplastica e alla mastoplastica additiva.

La liposuzione
© Getty Images

Perché la liposuzione?

La liposuzione, chiamata anche lipoaspirazione, è un intervento chirurgico ed estetico destinato a eliminare definitivamente il grasso accumulato in certe regioni del corpo (adiposità localizzate), aspirandolo per mezzo di cannule smussate: cosce, ventre, schiena, braccia, maniglie dell'amore, polpacci, caviglie, ginocchia, ecc. Per la maggior parte delle persone, l'intervento ha una durata brevissima, da 20 minuti a 1 ora, e viene molto spesso praticato in day hospital, anche se, in certi casi, viene richiesta una notte aggiuntiva di ricovero, in particolare per l'estrazione di quantità maggiori di grasso. L'entusiasmo per questa procedura è dovuto al fatto che oggi la gente si sente molto meno in colpa per avere fatto ricorso a un intervento estetico per ritrovare una linea armoniosa. Senza contare che si tratta ormai di una tecnica comprovata, che vanta una storia di oltre 40 anni, e dai risultati prevedibili. Fatto sta che migliaia di persone si affollano ogni giorno negli studi dei chirurghi estetici per richiedere una liposuzione.

La liposuzione non è un rimedio miracoloso

Tuttavia, non bisogna illudersi, la liposuzione non è un rimedio contro l'obesità. Si tratta di un'alternativa al dimagrimento, e non può essere praticata se non in punti ben definiti e per i quali l'esercizio fisico o le diete sono inefficaci. Del resto, i chirurghi estetici consigliano sistematicamente di essere il più vicino possibile al proprio peso ideale per effettuare una liposuzione. Verranno infatti trattati solo i grassi che non è stato possibile eliminare tramite diete o esercizi fisici e, inoltre, in maniera molto più efficace. Attenzione, però: fare ricorso alla liposuzione è una cosa, adottare uno stile di vita sano è un'altra. Effettivamente, se la lipoaspirazione dei grassi è efficace e i risultati definitivi, il paziente che si allontana da un corretto stile di vita rischia comunque di vedere i grassi accumularsi nelle zone che non saranno state trattate. Accetta un buon consiglio: mangia sano, fai regolarmente esercizio, evita lo stress, il fumo e l'alcol

Le zone trattate con la liposuzione

Questo intervento può trattare tutte le zone del corpo colpite da accumuli adiposi e riguarda tanto le donne quanto gli uomini. Le richieste più frequenti sono quelle mirate all'addome, ai fianchi, alle cosce sul lato interno ed esterno (cuscinetti), alle ginocchia e alla vita. Anche il viso può essere trattato con la lipoaspirazione, soprattutto il doppio mento. La ginecomastia, ovvero un'ipertrofia del seno negli uomini, può richiedere una lipoaspirazione mirata a rimuovere l'eccesso di grasso al livello del petto.

Prima dell'intervento di liposuzione

Sono assolutamente necessarie da una a due visite preliminari con il chirurgo plastico finalizzate a definire correttamente gli obiettivi del paziente e la pertinenza della richiesta. Il chirurgo effettua un colloquio e un attento esame delle zone da trattare. La qualità della pelle, in particolare i suoi potenziali di retrazione, viene esaminata scrupolosamente dallo specialista. Una cattiva elasticità cutanea, infatti, non può garantire un risultato soddisfacente, perché la pelle deve risistemarsi su una figura rimodellata e assottigliata. Nel caso di rilassamenti cutanei conseguenti, il chirurgo plastico propone altri tipi di operazioni volti a ridonare elasticità alla pelle, cioè una dermolipectomia addominale, detta anche addominoplastica o plastica addominale, nella quale, questa volta, pelle e grasso in eccesso vengono eliminati. Prima dell'intervento devono trascorrere almeno 15 giorni per la riflessione. Al paziente vengono forniti un preventivo dettagliato e una cartella operatoria. Secondo quanto previsto dalle norme in vigore, viene eseguito un esame del sangue preoperatorio. Durante i 10 giorni precedenti l'intervento di lipoaspirazione va evitata l'assunzione di aspirina. Nel periodo compreso tra un mese e 48 ore prima dell'intervento, il paziente deve sottoporsi a visita anestesiologica. Deve inoltre rimanere a digiuno, vale a dire non bere né mangiare, a partire da 6 ore prima dell'intervento. Il tipo di anestesia dipende dall'importanza e dalla molteplicità delle zone da trattare, nonché dalla concertazione tra chirurgo estetico, anestesista e paziente: se l'anestesia generale è quella abituale, a seconda dei casi è anche possibile praticare l'anestesia locale o sedativa.

Il ricovero

La durata del ricovero dipende dalla portata dell'intervento e dallo stato di salute del paziente. La liposuzione può essere effettuata in day hospital, ossia con ricovero e dimissioni nello stesso giorno. Per le liposuzioni eseguite in neuroleptoanalgesia, il chirurgo plastico raccomanda un ricovero che può essere sia di una giornata sia di 24 ore, che prevede il ricovero la vigilia o il mattino e la dimissione il giorno successivo all'intervento.

Lo svolgimento dell'operazione

La durata dell'intervento varia da 20 minuti a 1 ora e mezza, a seconda delle zone da trattare e della quantità di accumuli adiposi da eliminare. Tramite cannule sottilissime (5 millimetri al massimo), il chirurgo estetico procede ad aspirare gli eccessi di grasso allo scopo di rimodellare la silhouette. Le incisioni sono minuscole e nascoste tra le pieghe naturali, quindi si ottiene un camuffamento ottimale delle cicatrici. In determinati casi, è possibile associare la liposuzione ad altri interventi chirurgici complementari, come il lipofilling. Il grasso prelevato dalle zone con eccesso adiposo viene reiniettato in alcune zone depresse (glutei piatti, polpacci, depressioni del viso…) oppure può essere di ausilio nell'aumento del seno senza protesi. Il chirurgo estetico procede in questo caso a scolpire su misura la linea. La notevole evoluzione delle tecniche chirurgiche permette ormai la rimozione delle irregolarità dei rilievi della pelle dopo l'intervento; impiego di microcannule, aspirazione armoniosa degli strati profondi nel caso di lipoaspirazione del viso e del collo, tecnica di fragilizzazione del grasso prima di procedere alla sua aspirazione, tecniche di diminuzione delle emorragie… Al termine dell'intervento di liposuzione, il chirurgo estetico prescrive di indossare un indumento compressivo adatto alla morfologia del paziente, al fine di limitare gli edemi e le ecchimosi post-operatorie.

Postumi dell'intervento e risultati della liposuzione

Il chirurgo estetico raccomanda una settimana circa di convalescenza. Per le liposuzioni importanti, prescrive inoltre l'assunzione di farmaci anticoagulanti. È possibile avvertire dolori moderati, che è possibile attenuare assumendo dei normali analgesici. Si consiglia di abolire per un mese le attività troppo intense o sportive. Poiché i fili di sutura sono riassorbibili, non occorre toglierli. La comparsa di un edema è un evento tipico, tuttavia indossare slip contenitivi permette di attenuarlo nel giro di un mese, e di farlo riassorbire completamente dopo 3 mesi. Il chirurgo estetico può eventualmente consigliare alcune sedute di drenaggio linfatico a determinati pazienti. I risultati sono ottimali quando la pelle comincia a diventare più elastica e ad adattarsi alla morfologia snellita del paziente. Poiché le cellule adipose non hanno la capacità di moltiplicarsi di nuovo, l'intervento di liposuzione offre risultati definitivi.

I rischi e le complicazioni della liposuzione

Come qualunque intervento chirurgico, la liposuzione può comportare dei rischi. Affidandosi a uno specialista qualificato in chirurgia estetica, plastica e ricostruttiva, in possesso delle competenze e dell'esperienza necessarie nonché aggiornato sull'evoluzione delle tecniche chirurgiche, permette di limitare considerevolmente i rischi oppure, qualora si dovesse presentare il caso, di affrontarli in modo efficace. Per questa ragione, le visite preliminari con il chirurgo estetico e con l'anestesista sono importanti. Le rarissime complicazioni possono essere legate all'anestesia, ma anche all'intervento chirurgico in sé. In occasione della visita, l'anestesista informa il paziente circa i rischi, che rimangono comunque rarissimi, soprattutto se l'anestesista è competente e se l'intervento viene eseguito in un contesto serio con metodi di controllo ottimali. Possono verificarsi casi di flebiti, embolie polmonari, necrosi o infezioni, ma si tratta di casi estremamente rari. Se si rilevano talune imperfezioni, per correggerle basta tornare in sala operatoria e sottoporsi a nuovo intervento in anestesia locale. Tecnica chirurgica creata dal Dott. Yves Gérard Illouz nel 1977, la liposuzione è oggi l'intervento estetico più praticato al mondo. Costituisce di gran lunga l'unico metodo affidabile per rimuovere completamente gli eccessi di grasso localizzati, resistenti alle diete e alle attività sportive. Qualunque sia l'origine degli accumuli adiposi eliminati, nella stragrande maggioranza dei casi i risultati sono molto soddisfacenti e, soprattutto, definitivi.

Dott. David Picovski

Commenta
13/06/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale