Home  
  
  
    Il cancro della pelle: il melanoma
Cerca

Il melanoma
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Che cos'è il melanoma?

Il melanoma è la tipologia di tumore maligno della pelle più aggressiva. Negli ultimi anni i casi di persone colpite da melanoma sono aumentati, solo in Italia, del 4% con una maggiore incidenza negli uomini. Imparare a riconoscere bene un melanoma è fondamentale per intervenire in maniera tempestiva, scongiurando il rischio che possa svilupparsi una forma tumorale estesa al resto dell'organismo.

Il cancro della pelle: il melanoma
© Getty Images

Come nasce un melanoma?

Il melanoma si origina dall'attività anomala di alcune cellule della pelle: i melanociti. Il compito di queste cellule è quello di produrre melanina, la sostanza che dona alla nostra pelle il suo colorito. I melanociti sono molto sensibili e tendono spesso ad unirsi tra loro formando i nevi, o più comunemente nei, le macchie scure della pelle che sono per la maggior parte non pericolose per la salute. Quando i melanociti iniziano a comportarsi in maniera anomala danno origine ad una forma tumorale, che si sviluppa inizialmente sotto forma di un semplice nevo con colore e caratteristiche molto diverse dai nevi classici.

Le cause del melanoma

Sono diverse le cause che possono portare alla formazione di un melanoma. La prima in ordine di importanza è una certa predisposizione genetica, la cui origine non è al momento ancora chiara.

La seconda causa del melanoma è sicuramente una scorretta e troppo prolungata esposizione al sole, sopratutto nei soggetti con pelle molto chiara. Quando i raggi del sole colpiscono la pelle in maniera troppo intensa, i melanociti iniziano a catturare le sostanze nocive prodotte dalle cellule “attaccate” dal sole e producono melanina. È per questo che la nostra pelle si abbronza, un bel colorito scuro non è altro che una reazione del corpo alle sostanze dannose prodotte dai raggi solari.

Esistono altri fattori di rischio che rendono alcune categorie di persone più soggette alla possibilità di sviluppare un melanoma. Devono prestare una maggiore attenzione le persone che hanno più di 100 nei sparsi su tutto il corpo, quelle che hanno dei nei congeniti (presenti sin dal momento della nascita) e gli individui appartenenti al fototipo 1 e 2 ovvero con la pelle, i capelli e gli occhi chiari.

Il melanoma e l'età

Secondo le statistiche, il melanoma tende a colpire maggiormente gli individui fino ai 44 anni di età. Oltre tale termine i casi di comparsa del melanoma si riducono drasticamente. La maggiore incidenza si ha nelle persone tra i 20 ed i 40 anni ma negli ultimi anni sono in aumento purtroppo anche i casi in età pediatrica e durante l'adolescenza.

Come riconoscere un melanoma

Il melanoma, a differenza dei nei, ha delle caratteristiche ben precise anche se può essere di diversi tipi. Imparare a riconoscere un melanoma ed a distinguerlo dai nei è relativamente semplice, basta sapere cosa cercare. Il tipo più diffuso di melanoma si presenta come un neo di dimensioni superiori ai 6mm e con una colorazione non uniforme che va dal marrone chiaro al nero. Se notate un nuovo neo di forma e colore diversi rispetto agli altri che avete, è sempre meglio consultare il vostro medico e prenotare un controllo dermatologico.

I segnali che possono indicare la comparsa di un melanoma

Esistono alcune variazioni dei nei esistenti e della cute in generale che possono indicare la comparsa di un melanoma. Non si tratta di regole assolute, quello che all'apparenza può sembrare un melanoma potrebbe invece essere un semplice neo e viceversa. Negli uomini la parte maggiormente a rischio è il tronco mentre nelle donne sono gli arti inferiori.

Se notate uno dei seguenti segni è consigliabile consultare uno specialista:

  • un neo ha cambiato colore
  • un neo congenito ha cambiato forma
  • un neo ha più di tre colori al suo interno
  • un neo che tende a sanguinare senza sollecitazione
  • una macchia solare persistente che improvvisamente si inscurisce

I controlli per il melanoma

È fondamentale, per quanto riguarda la diagnosi del melanoma, sottoporsi a controlli dermatologici frequenti. Maggiore è il numero dei nei che si hanno e minore dovrà essere il tempo trascorso tra un controllo e l'altro. Quello che a noi può sfuggire non passerà certo inosservato ad un medico competente che potrà rassicurarci sul nostro stato di salute ed intervenire in caso di bisogno.

Le cure per il melanoma

L'unica cura  possibile per il melanoma è la sua immediata rimozione. Intervenire in maniera tempestiva è fondamentale per evitare che le cellule tumorali possano diffondersi nel resto del corpo e raggiungere gli organi interni. Se il melanoma resta circoscritto nel neo sarà sufficiente toglierlo per risolvere il problema. Se invece purtroppo il tumore si diffonde nell'organismo saranno necessarie cure oncologiche specifiche.

Il melanoma è un pericoloso nemico della nostra salute. È importante che tutti conoscano i rischi di questa malattia ed i segnali che permettono di riconoscerla tempestivamente. Una corretta informazione e controlli frequenti possono ridurre il rischio di sviluppare un melanoma aggressivo e, in molti casi, salvarci la vita.

 

 

Fonti:
Campagna di prevenzione del melanoma del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/
Aimac – Associazione italiana malati di cancro, parenti ed amici: http://www.aimac.it/index.php

Commenta
31/01/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale